Inglesi : Italiano, Siciliano o Napoletano ?

La stampa italiana, riesce a difendere anche l’indifendibile,  suscitando  invidia persino ai più prestigiosi avvocati penalisti.
Il messaggio dell’informazione Italiana, volendolo riassumere relativamente a questo evento, recita :

Non fate sempre le vittime, cercate di andare avanti e siate a passo con i tempi; Non volevano discriminare nessuno ma semplicemente ricevere maggiori notizie per poter stabilire la necessaria assistenza nell’apprendimento dell’inglese, non sentitevi “schedati”, difatti c’erano anche suddivisioni per i tipi di lingua, punjabi,arabo, cinese; Dai su, non fate sempre i terroncelli martoriati, avete anche ricevuto le scuse  niente poco di meno che dal Foreign Office.
Pasquale Terracciano, napoletano, ambasciatore del regno Unito in italia, ricolloca quest’evento ad un isolato distretto scolastico e non ad una generica volontà discriminatoria.

“Pasquà intant’ l’hann saput tutt’quant'”

Curioso vedere come, il ministero dell’istruzione inglese, discrimina e deride il nostro Sud, proprio loro che sono i figli  di quei mercenari  che, per ovvie ragioni legate ai soliti interessi comuni tra avidi ed impostori, hanno voluto a tutti i costi la nostra unità; Già, proprio così, non è solito leggere sui libri di storia l’interessamento inglese alle miniere di zolfo Siciliane ed ai finanziamenti fatti a Garibaldi ed i suoi mille per forzare l’invasione nel Regno delle Due Sicilie.
Esiste un bel termine per descrivere la dura e sfrontata intromissione Inglese, che dura da molti decenni, negli affari della penisola , <dirty affair> usato proprio in piena Camera dei Comuni.
Fu Garibaldi, l’eroe dei due mondi, che nel 1864 andò in Gran Bretagna a ringraziare il governo inglese per i 3 milioni di franchi francesi (denaro raccolto anche con il supporto di logge massoniche statunitensi e canadesi) stanziati per la spedizione; Intanto, l’eroe dei due mondi , in quel periodo era sotto inchiesta poichè erano scomparsi enormi quantità di oro dalle Banche di Palermo e Napoli, che eroe.

Alla stampa Italiana vorrei semplicemente chiedere come mai non chiedono se lo studente proviene da qualche città del Friuli o qualche paese delle Dolomiti, dove si studia anche il ladino; Oppure il metodo di apprendimento della lingua inglese varia solo per Napoletani e Siciliani ?

Poi non ho ben capito, a chiedere la nostra provenienza sono inglesi o  hooligans ?

è proprio il caso di dirlo siamo riusciti a mettere :

The meat below and the macaroni ngopp’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...