Riccione – Ospedale Ceccarini “Quando la Sanità funziona”

Siamo sempre spettatori o protagonisti di mala sanità.
Ci meravigliamo invece quando  un servizio pubblico risulta efficace.

Non è sempre vero che :

Mentre ‘o miereco studia ‘o malato se ne more

Ed è proprio il caso di Maria Rosaria, una simpaticissima signora Napoletana che da circa 5 anni vive a Riccione.
Sempre ben attenta a non  mettere in competizione le due realtà, quella napoletana con quella romagnola, ma semplicemente ribadendo una delle caratteristiche positive che si riscontrano quando da una grande città ti trasferisci in una realtà più piccola (che funziona bene).
Da 24 anni, MR è affetta da una patologia devastante, il diabete.
Come purtroppo accade a tanti, risultando spesso una patologia asintomatica, per i primi anni MR faceva solo dei controlli saltuari, non ponendo la giusta importanza a tutti i fattori di rischio indotti dal diabete;
Quando sono iniziate le prime complicanze, nel suo caso, disidratazione e scarsa sensibilità degli arti inferiori, ha iniziato ad effettuare controlli sistematici presso alcune strutture pubbliche a Napoli;
Naturalmente i lunghi tempi di attesa non vanno in perfetta sintonia con questa patologia, e le cause di questo disservizio di certo non vanno riposte agli addetti ai lavori, difatti anche MR spiega della professionalità dei medici Campani e della fatica in cui incorrono infermieri e addetti in genere.

Circa 5 anni fa, si trasferisce per ragioni lavorative a Riccione.

Purtroppo inizia ad avere i primi problemi con alcune ulcere al piede , e dopo una visita all’ospedale Ceccarini viene assegnata al centro diabetologico di rimini (Infermi).
Subito viene accolta in modo professionale ma benevolo, e con tanta capacità e continuità riescono a risolvere senza drastiche misure (rischio amputazione) la questione.
Successivamente, la situazioni si complica, e la vista inizia ad avere gravi problemi sempre legati al letale diabete.
Purtroppo, MR perde la vista dell’occhio sinistro, invece per quello destro, tutto lo staff guidato dal prof. Cappuccini si adopera per tutelarlo.
Spiega, MR che la vista è una di quelle cose che psicologicamente riesce a farti crollare.

“Tutto lo staff oculistico mi è stato vicino  a prescindere dall’aspetto medico ma anche sotto un profilo umano; oramai mi conoscono tutti ed abbiamo instaurato un ottimo rapporto ed è proprio dai loro consigli e le chiacchierate con infermieri e medici che ho trovato la forza per andare avanti e cercare di proteggermi.
Successivamente, mi è stato assegnato uno psicologo e con immenso piacere ho potuto usufruire di un videoingranditore fornito dall’ asl. Grazie a quest’ultima novità, ora riesco a leggere, scrivere messaggi, vedere foto,controllare posta, insomma, riesco finalmente ad ottemperare  semplici necessità quotidiane. Grazie, Grazie, Grazie”.

Complimenti a tutto lo staff dell’ ospedale Ceccarini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...